La circolare ARAN sulle elezioni RSU 2018

L’Agenzia ha fornito alcuni importanti chiarimenti circa lo svolgimento delle elezioni del 17, 18 e 19 aprile 2018.

Cliccare sul link per l’accesso al documento.

Circolare RSU n. 1_2018




VideoInterviste a Francesco Garofalo e Rassegna Stampa

Il video dell’intervista realizzata da Askanews con il nostro Segretario Generale, che parla degli obiettivi prossimi di CSA e FIADEL

Cliccare qui per il video

Il video dell’intervista prodotta da ADNKronos a Francesco Garofalo

Cliccare qui per il video

Di seguito, la rassegna degli articoli pubblicati in questi giorni dai media in vista del Consiglio Nazionale di San Benedetto

Cliccare qui per la Rassegna Stampa

Il link al comunicato della CISAL con l’intervento di Francesco Garofalo, che presenta il Consiglio Nazionale di San Benedetto del Tronto

Cliccare qui per il comunicato

 




Il Consiglio Nazionale FIADEL/CSA a San Benedetto del Tronto

E’ convocato nei giorni 1/3 febbraio 2018 presso l’Hotel Calabresi, via Marinai d’Italia n. 1  –  63074 a San Benedetto del Tronto il Consiglio Nazionale FIADEL/CSA con il seguente programma:

  • arrivo previsto la mattina del giorno 01 febbraio 2018;
  • Consiglio Nazionale FIADEL/CSA;
  • Termine dei lavori il giorno 03 febbraio 2018 con le conclusioni del Segretario Generale e atti consequenziali.

Sarà discusso il seguente Ordine del giorno

01 febbraio 2018 ore 15.00

  1. Incontro con il Segretario Generale, su richiesta, dei vari gruppi regionali, provinciali e dipartimentali;
  2. Varie ed eventuali

02 febbraio 2018 ore 9.00

  • Apertura Consiglio Nazionale FIADEL e Quadri, dipartimenti CSA/FIADEL nazionali e territoriali;
  • Relazione del Segretario Generale;
  • Dibattito sulla relazione dei Consiglieri Nazionali;
  • Nuovo modello organizzativo FIADEL/CSA, proiettato sul rafforzamento e l’innovazione delle nuove linee programmatiche del sindacato;
  • Presa d’atto della relazione finanziaria FIADEL;
  • Organizzazione prossime elezioni RSU comparto funzioni locali e composizione scheda D;
  • Analisi e valutazione del risultato delle elezioni RSU settore Igiene Ambientale del 25-26 ottobre 2017;
  • Commemorazione del collega Segretario Nazionale Michelangelo Spilotros;
  • Varie ed eventuali.

03 febbraio 2018 ore 9.00

  • Conclusioni del Segretario Generale e atti consequenziali.

 

Vista l’importanza degli argomenti da trattare si invitano tutti i Consiglieri Nazionali alla partecipazione e a delegare altro Consigliere Nazionale solo se si è impossibilitati per motivi gravi a partecipare ai lavori del Consiglio; il Consiglio è allargato ai quadri sindacali territoriali, RSU ed iscritti.

Si rammenta, altresì, che ai sensi dell’art. 13 dello statuto nazionale “il Consigliere Nazionale decade autonomamente dall’incarico dopo tre assenze ingiustificate anche se non consecutive“.

Si rappresenta che, nel corso dei lavori, le Federazioni potranno effettuare il Tesseramento per l’anno in corso.

 

 




Nuove regole per visite fiscali e assenze per malattia

Il 13 gennaio scorso è entrato in vigore il 13 gennaio 2018 il Decreto Ministeriale n. 206/2017 “Regolamento recante modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità”

In sintesi, il contenuto del decreto.

LE FASCE DI REPERIBILITÀ SONO RIMASTE LE STESSE  e rimane l’obbligo di reperibilità  anche nei giorni lavorativi e festivi:

  • dalle ore 09.00 alle ore 13:00
  • dalle ore 15:00 alle ore 18:00

 

A partire dal 13/01/2018, data di entrata in vigore del citato decreto NON SONO PIÙ ESCLUSI da reperibilità i dipendenti nei confronti dei quali era stata già effettuata la visita fiscale per il periodo di prognosi indicato nel certificato.

 

ESCLUSIONI DALL’OBBLIGO DI REPERIBILITA’

Sono  ESCLUSI  dall’obbligo di reperibilità i dipendenti la cui assenza sia riconducibile ad una delle seguenti situazioni:

a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita

b) causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, (lesioni ed infermità che danno diritto a pensione vitalizia o ad assegno temporaneo) ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto (assegni di superinvalidità)

c) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

Rispetto alle precedenti norme sussiste ora l’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità anche per dipendenti in infortunio sul lavoro o con invalidità riconosciuta inferiore al 67%.

 

RIGUARDO ALLA VISITA FISCALE

  • può essere chiesta all’INPS dal datore di lavoro pubblico dal primo giorno di assenza del lavoratore e anche nei giorni successivi  con cadenza ripetitiva.
  • può essere disposta nei confronti dei lavoratori anche direttamente dall’INPS.
  • è sempre richiesta, sin dal primo giorno, quando l’assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative

Le PA dispongono il controllo sulle assenze per malattia dei dipendenti valutando la condotta complessiva del dipendente e gli oneri connessi all’effettuazione della visita, tenendo conto dell’esigenza di contrastare l’assenteismo.

Il dipendente deve in ogni caso comunicare all’ente di appartenenza la variazione dell’indirizzo di reperibilità.

Se la visita non viene effettuata per assenza del lavoratore all’indirizzo comunicato, l’INPS darà comunicazione immediata al datore di lavoro.

Il medico fiscale rilascerà apposito invito ad effettuare la visita ambulatorialmente, presso i locali dell’ufficio medico legale dell’INPS, per il primo giorno utile.

Il lavoratore può espressamente, sedutastante, non accettare l’esito della visita. Il dissenso è annotato dal medico sul verbale. In tal caso il lavoratore è invitato a visita fiscale, nel primo giorno utile, presso l’Ufficio medico legale dell’INPS competente per territorio, per il giudizio definitivo

 

RIENTRO ANTICIPATO AL LAVORO

E’ possibile il rientro anticipato dalla malattia, rispetto al periodo di prognosi indicato nel certificato, SOLTANTO mediante la produzione di un certificato medico che attesti la riduzione della prognosi precedentemente fissata, rilasciato dal medico che ha redatto la certificazione di prognosi.

 

Link Testo del Decreto Ministeriale n. 206/2017

 




La terza riunione del tavolo di trattativa rinnovo CCNL Funzioni Locali

Questa mattina la delegazione trattante CSA guidata dal Segretario Generale Francesco Garofalo ha partecipato alla terza riunione indetta dall’Aran con i sindacati rappresentativi, per esaminare la prima bozza del CCNL elaborata dall’Agenzia stessa, riguardante gli istituti del rapporto di lavoro.

Cliccare sul link sottostante per visualizzare il comunicato

Comunicato




Rinnovo contratto FL: trasmessa all’Aran la proposta di piattaforma CSA

Nella giornata di ieri, abbiamo fatto recapitare all’ufficio protocollo Aran la proposta di piattaforma CSA per il rinnovo del contratto per il personale delle Funzioni Locali, in linea con quanto annunciato nelle prime due convocazioni del tavolo di trattativa.

Con la solerte partecipazione dei vari Dipartimenti, abbiamo prodotto una documentazione piuttosto articolata, che tiene conto della duplice esigenza, da un lato di migliorare sostanzialmente le condizioni di lavoro dei dipendenti del comparto Funzioni Locali – intervenendo in primo luogo su capisaldi quali  il rinnovamento dei sistemi di classificazione del personale, l’abbattimento di ogni forma di discriminazione, la conciliazione dei tempi di vita e lavoro – dall’altro di dare risposte chiare e adeguate alle problematiche relative alle specifiche figure professionali.

Il tutto, naturalmente, senza fare voli pindarici, ma al contrario tenendo ben presente la necessità di avanzare proposte sostenibili in termini giuridici, economici e strutturali, nonché le linee guida del contratto Funzioni Centrali firmato alla fine di dicembre.

Nel proseguo della trattativa, che ripartirà con la riunione convocata all’Aran per il 17 gennaio p.v., cercheremo di ottenere quanto più possibile per la categoria da noi rappresentate e tutelata, pur non nascondendo i nostri timori per gli sviluppi della parte economica, in quanto persino il traguardo minimo dell’aumento salariale medio di 85 euro al mese sembra essere difficilmente raggiungibile, alla luce delle perduranti difficoltà finanziarie in cui versano gli enti locali.

Tornando alla documentazione trasmessa all’Aran, unitamente alle considerazioni di carattere generale, sono stati prodotti in allegato le proposte di piattaforma per i settori Polizia Locale (Allegato A) e Scuola (Allegato B), Macro Area Amministrativa, Professionisti Tecnici, Assistenti Sociali (Allegato C), e le proposte di modifica delle norme inerenti i lavoratori precari (Allegato D).

Si invitano i Responsabili Regionali e Provinciali a darne la massima diffusione e, se lo ritengono opportuno, di predisporre iniziative pubbliche a livello locale, concordandole con il sottoscritto per consentire la sua partecipazione.

 

Il Segretario Generale

Francesco Garofalo

 

DOCUMENTO GENERALE

Allegato A

Allegato B

Allegato C

Allegato D

 




Napoli: atto deliberativo contratto decentrato

Il comunicato del CSA Napoli sulla prosecuzione dell’iter del Contratto Decentrato




RSU: si vota il 17-18-19 aprile

Nei giorni 17-18-19 aprile 2018 si terranno le elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU) per il personale non dirigente.

Tali elezioni si svolgeranno in tutti i comparti delle pubbliche amministrazioni definiti nel vigente CCNQ del 13 luglio 2016, nonchè nel comparto di cui all’art.3 del DPCM 5/11/2010 n.226.

Le procedure elettorali si svolgeranno con la tempistica di seguito indicata

 

13 febbraio annuncio delle elezioni da parte delle associazioni sindacali e contestuale inizio della  procedura elettorale
14 febbraio – messa a disposizione da parte delle Amministrazioni dell’elenco generale alfabetico degli elettori e consegna della relativa copia a tutte le OO.SS. che ne fanno richiesta;

– contestuale inizio da parte delle OO.SS. della raccolta delle firme per la presentazione delle liste

23 febbraio primo termine per l’insediamento della Commissione elettorale
28 febbraio termine conclusivo per la costituzione formale della Commissione elettorale
9 marzo termine per la presentazione delle liste elettorali
5 aprile affissione delle liste elettorali da parte della Commissione
17-18-19 aprile votazioni
20 aprile scrutinio
20-27 aprile affissione risultati elettorali da parte della Commissione
28 aprile – 10 maggio invio, da parte delle Amministrazioni, del verbale elettorale finale all’Aran per il tramite dell’apposita piattaforma presente sul sito dell’Agenzia

Seguirà l’invio alle Segreterie territoriali della circolare informativa, della modulistica e del vademecum